Immigrati e Codice…

Immigrati e Codice della strada E ora non dite che sono un razzista, parola più che mai abusata in questo periodo, o cose simili. Il problema esiste, è reale e rappresenta un pericolo per i diretti interessati e anche per il malcapitato che, senza colpa, potrebbe incappare in una disavventura. Faccio un esempio personale: in una sera di settembre, verso le 23, al volante della mia macchina, sto rientrando a casa con i miei familiari. La strada provinciale non è illuminata, le erbacce hanno...

Quelle frasi di Marchionne…

Quelle frasi di Marchionne, quasi un presagio «Può Marchionne lasciare qualcosa di scritto, delle istruzioni per l’uso, e infondere il suo Dna nell’organizzazione in modo che rimanga per sempre una macchina a elevate prestazioni? Chi può dirlo. Quello che sappiamo, però, è che l’uomo che ha costruito la nuova era di Fca sostiene che se ne andrà presto». La frase, quasi un presagio, appartiene a un analista ed è stata evidenziata da Sergio Marchionne, l’1 giugno scorso, in chiusura dell’Inves...

Le accise e i due Matteo

Le accise e i due Matteo Vediamo se il Matteo ora al governo riuscirà a mantenere la promessa rispetto al Matteo fiorentino neo documentarista. La promessa riguarda la revisione delle accise sui carburanti, molte delle quali risalgono anche a 80 anni fa. Era stato il Matteo (Renzi), il 23 maggio 2014, ospite di Bruno Vespa a Porta a Porta, ad affermare per primo che il suo governo avrebbe rottamato le accise. “Ma le pare possibile - affermò, rivolgendosi a Vespa, con il suo tipico sorriso...

Il partito del “no”…

Il partito del "no" si rassegni davanti alla tragica realtà La "favoletta" del ponte pericolante, i "no" a priori al potenziamenti delle infrastrutture, le esternazioni di Beppe Grillo smentite dai drammatici fatti di Genova: quanto è accaduto la vigilia di Ferragosto nel capoluogo ligure deve far riflettere tutti coloro che cercano di mettersi di traverso per ragioni demagogiche ai progetti che risolverebbero (o avrebbero già risolto) molti problemi del Paese. Prima l'inferno scate...

Smartphone, caro…

Smartphone, caro Toninelli passi subito all’azione  "Stiamo ragionando su un inasprimento delle sanzioni" per chi usa lo smartphone mentre sta guidando, "fino all'eventualità del ritiro immediato della patente. Ma prima ancora di una scelta sulle norme, servono più controlli e una doverosa opera di sensibilizzazione culturale, specie tra i giovani. Senza un cambio di mentalità, i risultati saranno sempre parziali". Le dichiarazioni ferragostane del ministro d...

Incidenti, promesse…

Incidenti, promesse e responsabilità romane Viviamo nel classico Paese in cui deve sempre accadere qualcosa di brutto perché si affronti di petto un problema. La cronaca, ahinoi, è piena zeppa di casi. E’ come se chi deve prendere una decisione dicesse: “Fin che dura..”. Purtroppo, il destino è di una puntualità incredibile e quando si fissa di colpire qualcuno o qualcosa, per la serie “trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato”, sono guai. L’ultimo dei tantissimi esempi porta co...

Auto, calcio…

Auto, calcio, business: un’estate d’intrecci Il business del calcio e quello dell’auto, i grandi fondi di investimento e gli intrecci interessati che aprono a nuovi imprevedibili scenari. Di cui potrebbero essere protagonisti Exor, la holding degli Agnelli, e il fondo americano Elliott, guidato da Paul Singer, in un’estate ricca di colpi di scena. Da una parte c’è John Elkann, custode della cassaforte di famiglia, presidente di Fca e di Ferrari, che ha dato il via libera al cugino Andr...

Volkswagen e…

Volkswagen e l'allergia per "il Giornale" Cari amici e appassionati di motori che ci seguite con assiduità anche dalle pagine de "il Giornale", vi confessiamo una cosa: se dipendesse da Volkswagen Group Italia, su quelle pagine non uscirebbe una riga di prova delle tante novità di prodotto riguardanti i marchi Vw, Audi, Seat e Skoda. È come se a loro, di voi, non importasse proprio. "Il Giornale", ma non siamo soli, è stato messo in castigo: via la pubblicità e via gli inviti alle prove de...

Ferrari ha…

Ferrari ha perso il suo "pilota" E ora tocca a Ferrari ripartire senza il suo “pilota”. La sosta ai box di Sergio Marchionne non è andata come tutti speravano. Il ritiro forzato del presidente e ad  voluto dal destino apre, di fatto, un nuovo corso che mai a Maranello avrebbero immaginato. Viene in mente la scena del pianto e della rabbia di Nino Benvenuti quando, dal suo angolo del ring, l’amico manager Bruno Amaduzzi ne decretava la resa gettand la spugna. Un ritiro dal combattim...

Onore a Sergio…

Onore a Sergio Marchionne Grazie Sergio, sei stato un grande. Il vuoto che lasci é incolmabile. Ora sarà tutto diverso. Ho avuto il privilegio di seguirti e scrivere, tappa dopo tappa, del lavoro che hai fatto per portare la vecchia Fiat a diventare un gruppo globale. Hai fatto “crescere” il sottoscritto e tanti altri colleghi. Ma ora, con la tua Ferrari, sei sfrecciato via... come al solito sorprendendo tutti. E tutto è successo “alla velocità della luce”, come dicevi spesso. Ironia della...


TOP