A Ginevra suona l’allarme

A Ginevra suona l'allarme Detroit ha salutato per sempre il suo Auto Show invernale; il Chicago Auto Show, che ha appena chiuso i battenti, è passato inosservato da questa parte dell’Atlantico. E tra poco, ai primi di marzo, toccherà a Ginevra, da sempre descritto come il Salone più importante d’Europa, e tra i primi nel mondo, in quanto si svolge in Svizzera, Paese privo di costruttori, e perché ben raccolto in un grande padiglione su due piani. Anche il Salone di Ginevra, però, è stato co...

La guerra al Diesel vista dagli italiani

La guerra al Diesel vista dagli italiani La puntura letale al condannato a morte Diesel comincia a fare effetto. L’agonia, però, non sarà breve. Il condannato Diesel cercherà di combattere il più a lungo possibile, anche se il suo destino sembra essere segnato. Guardiamo all’Italia. Per la prima volta, dal settembre 2003, il motore a benzina ha superato quello a gasolio. È accaduto in gennaio. La penetrazione dei motori a benzina è salita al 45%, rispetto al 41% di quelli Diesel. A di...

Ecco chi inquina…

Ecco chi inquina veramente Imboccare le tangenziali in direzione degli aeroporti di Linate e Malpensa, subito dopo il casello di Milano, sulla A7, tra le 7 e le 9 del mattino è un’impresa. Le code sono interminabili, senza contare il rischio di micro tamponamenti che aggrava la situazione. E così, per raggiungere Linate in tempo per il volo, è meglio rischiare l’attraversamento di parte di Milano. Anche in questo caso le code non mancano, ma grazie ai semafori la fluidità del traffico è...

Autotrasporto, se si ferma…

Autotrasporto, se si ferma è l'apocalisse Cinque giorni di blocco dell’autotrasporto e il Paese piomba nell’apocalisse. Si esagera? Basta provare, ma è meglio non farlo. Gira un video di pochi minuti, che potere vedere anche sul magazine online Fuorigiri de ilgiornale.it, che descrive giorno dopo giorno quello che potrebbe accadere se tutto il sistema dell’autotrasporto si fermasse. Un monito a chi continua a ignorare questo settore. E di allarmi, purtroppo, se ne continuano ad aggiungere: ...

Mettiamo un “tutor”…

Mettiamo un "tutor" a chi decide sui trasporti La serie di figuracce che il governo sta collezionando alla voce trasporti è incredibile. E, ahinoi, riguarda sempre più il tema della mobilità. Prima, l'ecotassa che ha fatto infuriare il mercato, e ora, la norma che prevede di aprire le aree pedonali e le Ztl a tutte le auto elettriche e (soprattutto) ibride. Norma che è stata ampiamente criticata e che ora ci si dice pronti a modificare. L'ennesima retromarcia è segno di disattenzione e ness...

Per la filiera è tempo…

Per la filiera è tempo di riflettere Complimenti alla lobby dell’elettrico, forte dell’importante traino di Enel e delle tante associazioni ambientaliste. E bravi anche quelli di Tesla che all’ultimo momento sono riusciti a convincere il governo a innalzare a 50mila euro il limite entro il quale è possibile beneficiare dell’ecobonus per l’acquisto di una vettura elettrica. Un ritocco dell’ultimissima ora che, di fatto, "pareggia" l’aggiustamento dei limiti alle emissioni di CO2 (che erro...

Ecotassa, hanno vinto i cocciuti

Ecotassa, hanno vinto i cocciuti Non resta che sperare in questa frase: «In via sperimentale è riconosciuto...». Già, in via sperimentale. Quindi, se le cose - come è previsto - non andassero per il verso giusto (il mercato dell’auto, oltre a non rispondere alle aspettative, ne risentirà in termini di volumi), il governo potrebbe/dovrebbe rimettere mano alla norma che il prossimo 1 marzo 2019 decreterà l’entrata in vigore del bonus-malus sull’auto. Intanto, il settore dovrà fare i conti con...

Sull’auto il governo…

Sull'auto il governo scherza con il fuoco Il governo scherza con il fuoco e probabilmente non se ne rende conto. Una mossa sbagliata, basata sull’ideologia e non sulle conoscenze dei reali problemi del settore automobilistico, quello che assicura 75 miliardi di gettito fiscale e dà lavoro a 1,2 milioni di italiani, trascinerebbe il Paese in una drammatica crisi e scatenerebbe la rabbia dei sindacati. Fca, per voce del numero uno in Europa, Pietro Gorlier, ha avvisato Palazzo Chigi: «Siamo pr...

Bonus-Malus, l’incompetenza al potere

Bonus-Malus, l'incompetenza al potere L’arroganza dei 5 Stelle non conosce limiti. E l’emendamento sul sistema bonus-malus per favorire la mobilità “green” in Italia ne rappresenta l’ultima dimostrazione. Si arriva addirittura a imporre agli italiani di comprare una macchina (che nella realtà dei fatti non esiste) al posto di quella scelta. Come si permette Laura Castelli, sottosegretario all’Economia (non nuova a inanellare gaffe) di interferire nelle scelte degli automobilisti? “Una Pand...

L’opzione della mobilità…

L’opzione della mobilità a tutto gas Prima con Fca, ora con Seat: Snam stringe accordi strategici con i costruttori allo scopo di promuovere l’utilizzo di gas naturale e biometano, oltre a progetti di ricerca e sviluppo per la mobilità sostenibile. «Nessuna guerra all’elettrico», tiene a precisare l’ad di Snam, Marco Alverà, ma la presa d’atto che, allo stato dell’arte, la tecnologia dei motori a gas, sicuramente green, è già disponibile e, in Italia, molto apprezzata. Senza contare l’import...


TOP