UNRAE: premia le tesi sul marketing auto

Fino al 30 settembre i neolaureati che hanno concluso il percorso accademico sostenendo una tesi sul marketing automobilistico possono avanzare domanda per candidarsi alle Borse di Studio UNRAE 2018/2019. Si chiuderanno, infatti, le candidature per il premio di 1.200 euro e l’eventuale possibilità di uno stage semestrale presso una delle Case automobilistiche estere associate all’UNRAE.

I vincitori avranno inoltre l’opportunità di partecipare gratuitamente al Master in Marketing Automotive promosso dall’Accademia Editoriale Domus (AED) con Quattroruote. Una collaborazione che apporta una preparazione specifica di altissimo livello sul mondo automotive.

Borse di Studio UNRAE 2018/2019 per i migliori laureati

I laureati nella facoltà di candidarsi (come da regolamento presente sul sito dell’Associazione) dovranno aver conseguito il titolo, triennale o magistrale, in una università italiana con un voto di laurea non inferiore a 105/110. Dal 2000, anno in cui l’UNRAE ha introdotto questa iniziativa, sono stati premiati ben 155 neolaureati: di questi, oltre 1/3 ha proseguito il proprio percorso professionale nel settore automotive, guadagnando anche posizioni di crescente responsabilità.

Quasi la metà dei vincitori (48%) ha ottenuto “110 e lode” e se a questi si aggiunge chi ha raggiunto “110”, sale al 65% il numero dei giovani laureati con il massimo dei voti. Il 36% dei vincitori è rappresentato da donne, in costante aumento: l’interesse verso l’automobile è diventato ormai trasversale.

Predominio del Nord Italia

Dal punto di vista geografico si registra una predominanza del Nord Italia (52%), dai cui istituti proviene oltre la metà dei laureati, rispetto al 38% del Centro e al 10% del Sud. Inoltre, sui 155 studenti ben 69 si sono laureati in soli 5 Atenei: la Ca’ Foscari di Venezia e La Sapienza di Roma con 15 vincitori ciascuna, la LUISS Guido Carli di Roma e l’Università degli Studi di Torino con 14, l’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano con 11 laureati.

Per quanto riguarda le facoltà, circa il 75% degli studenti, proviene dalle facoltà di Economia, il 9% Scienze della comunicazione e similari, il restante 16% da altre facoltà fra le quali anche Lettere, Giurisprudenza e Scienze Politiche. Nella maggior parte gli elaborati analizzano un caso di studio di una specifica Casa automobilistica. Da notare, infine, l’aumento negli ultimi 8 anni degli studenti che scelgono di stendere la propria tesi di laurea in lingua inglese, ben 4 su 10 nel 2018.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP