Nuovo Škoda Kamiq, il terzo pilastro

di Piero Evangelisti

Dopo Kodiaq e Karoq arriva in questi giorni Kamiq, il terzo suv di Škoda che va a presidiare l’area “city”, quella in più forte espansione per crossover e Sport utility. “Il nome Kamiq proviene dalla lingua degli Inuit, una popolazione che vive nel nord del Canada e in Groenlandia, e indica qualcosa che riesce ad adattarsi a ogni situazione, come una seconda pelle. Inoltre, anche il nome di questo modello, Kamiq, inizia con la K e termina con la Q, proseguendo in tal modo una consuetudine che caratterizza i nostri Suv”, afferma Alain Favey, membro del board Škoda Vendite e Marketing. Che aggiunge: “Sono convinto che in un segmento in forte espansione il nostro Kamiq saprà affermarsi nel migliore dei modi. Forte di un design distintivo, sistemi di assistenza all’avanguardia e una grande spaziosità, questo modello ha tutto ciò che occorre per conquistare numerosi nuovi clienti”.

Kamiq, che è lungo 4,24 metri, offre un design dinamico, esclusivo e carico di emozione in un nuovo segmento di vetture, abbinandolo al fascino dell’avventura tipico dei Suv. Oltre alla seduta elevata, la vettura offre una maggiore altezza dal suolo, ampi spazi a fronte di dimensioni compatte, funzionalità di alto livello e un’eccellente connettività. Disponibile esclusivamente con trazione anteriore, il modello è efficiente, ecologico e offre un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Anche a metano

Per il propulsore si può scegliere fra tre benzina Tsi con cilindrata 1.0 o 1.5 litri e un 1.6 litri Tdi che erogano potenze comprese tra 95 e 150 cv. L’alternativa green è rappresentata dall’1.0 G-Tec 90 cv, il primo propulsore concepito per l’ecologica alimentazione a metano (Cng) adottato su un Suv Škoda. In base alla motorizzazione sono proposti cambio manuale a 5 o 6 rapporti o cambio automatico a doppia frizione  DSG a 7 rapporti.

Tutti i motori soddisfano la norma sui gas di scarico Euro 6d-Temp. Kamiq dispone, poi, di un assetto di nuovo sviluppo e l’altezza dal suolo è di 39 mm superiore a quella della nuova Scala. A richiesta è disponibile lo Sport Chassis Control, un assetto dalla configurazione sportiva ribassato di 10 mm. Tramite la selezione della modalità di guida Driving Mode Select è possibile scegliere tra le modalità Normal e Sport.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP