Nokian, chi buca (non) è perduto

di Gabriele Villa

Farci spaventare dal rischio di bucare una gomma? O, peggio ancora, perdersi d’animo quando si buca? Macché, per favore, una foratura si può rimediare ma, soprattutto, si può e si deve prevenire nei limiti del possibile. Tutto comincia però con una corretta preparazione. Le principali cause di foratura sono chiodi, viti e pietrisco.
“Si dovrebbe porre particolarmente attenzione quando si guida in zone dove si costruisce: ci si può imbattere in pezzi taglienti di pietra schiacciata che può facilmente causare forature. In particolare ,a temperature umide, i pezzi di roccia affilata possono tagliare lo pneumatico come un coltello caldo nel burro e penetrare i nastri d’acciaio”, dice Martin Dražík, product manager di Nokian Tyres.
La bassa pressione dello pneumatico aumenta anche il rischio di danni laterali. Per esempio, quando si guida con pneumatici con bassa pressione su un cordolo, lo pneumatico può facilmente colpire il cerchio, rompendo il fianco “Quando la pressione è troppo bassa, lo pneumatico si flette maggiormente e il fianco sarà più suscettibile ai danni quando incontra qualche ostacolo. In questo caso, lo pneumatico non può più essere salvato: riparare pneumatici per auto con danni laterali non è, né sicuro né raccomandato”, precisa Dražík.

Monitoriamo e poi ancora monitoriamo

Il fatto che le forature non siano assolutamente un fatto straordinario è visibile anche dai risultati dell’ultima indagine di Nokian Tyres tra gli automobilisti europei. In un arco di tempo di cinque anni, circa il 40% degli automobilisti in quasi tutti i Paesi monitorati ha forato uno pneumatico una o due volte. Le forature di pneumatici sono meno comuni in Germania, dove il 69% degli automobilisti non è incorso in forature negli ultimi cinque anni.
Le forature possono essere prevenute ed il danno può essere attenuato. Oltre ad una guida attenta, la buona gestione della pressione è molto importante. I modelli più recenti di auto hanno il Tpms (Tyre Pressure Monitoring System, il sistema di controllo di pressione degli pneumatici), che controlla la pressione delle gomme e dà un allarme quando scende. Se la vostra automobile non ha il Tpms, dovreste controllare la pressione delle gomme una volta ogni tre settimane.

E se la soluzione fosse Aramid?

La corretta pressione degli pneumatici è importante, perché se la pressione è ad esempio del 20% più bassa, la durata dello pneumatico si accorcia del 50%. Quindi, con un effetto significativo. Generalmente, la pressione deve essere di circa 0,2-0,3 bar più alta negli pneumatici invernali rispetto a quelli estivi. Si dovrebbe anche aumentare la pressione quando l’auto è molto carica. Un altro elemento chiave per la tranquillità è il mantenimento della distanza di sicurezza da veicoli in movimento sia davanti sia dietro al proprio, perché in caso sgonfiamento improvviso di uno pneumatico, questo fattore ha un ruolo decisamente salvavita.
I risultati della ricerca dimostrano che in media, poco più del 50% degli automobilisti europei mantiene regolarmente una distanza di guida sicura.  In ogni circostanza, è importante tenere presente che se la situazione diventa difficile o lo pneumatico forato si trova sul lato dello scorrimento del traffico, chiamare l’assistenza stradale è la migliore idea.
Nokian Tyres offre a tutti i suoi clienti una guida senza pensieri grazie a tecnologie brevettate e garanzie uniche. La tecnologia Aramid Sidewall di Nokian Tyres impiega la durevole fibra aramidica per rinforzare il fianco delle gomme per SUV.  La garanzia Aramid di Nokian Tyres copre tutti i danni accidentali occorsi ai fianchi degli pneumatici danneggiati e fornisce un prodotto nuovo e corrispondente a quello danneggiato in cambio.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP