Milano e Lombardia: blocchi del traffico inutili

Foto: Geronimo la Russa, presidente di Aci Milano

“Le parole dell’assessore regionale lombardo Raffaele Cattaneo e del professor carlo Signorelli non fanno altro che confermare quanto sosteniamo da tempo: i blocchi del traffico incidono in maniera molto limitata sul contrasto alle polveri sottili”. Lo dice Geronimo La Russa, presidente dell’Automobile Club Milano, commentando le dichiarazioni dell’assessore regionale all’Ambiente e del docente universitario di Igiene e Sanità che, dati alla mano, hanno evidenziato come a Milano e in Lombardia durante il lockdown, la scarsissima circolazione degli automezzi non abbia prodotto risultati significativi in termini di contenimento degli inquinanti. 

“Sempre in linea con le nostre tesi – ha aggiunto il presidente La RussaCattaneo e Signorelli dicono che l’obiettivo va focalizzato sugli impianti di riscaldamento obsoleti, settore in cui è necessario produrre sforzi più concreti e importanti”.

 

2 responses to “Milano e Lombardia…”

  1. braga says:

    questo ecologismo autolesionista è assolutamente idiota

  2. LUCATRAMIL says:

    Sono anni che ripeto che i PM10e 5 derivano dalle pastiglie dei freni, oltre che da altre fonti non automobilistiche. Questo spiega perchè, pur passando da Euro 0 a Euro6 è cambiato poco o nullo, perchè i freni sono rimasti. Ecco anche perchè è conveniente usare il mezzo pubblico che ha un basso rapporto pax/pastiglie, anche e soprattutto i tram e filobus a più elementi. Auspichiamo che il Codice della Strada ammetta i filobus a tre casse già presenti all’estero e che dopo il 2028, le nostre care ventotto (i tram monocassa) vengano gradatamente sostituite (tranne che su una linea) da tram pluricassa. Sempreché il Sindaco smetta di sparare sul TPL per poi domandarsi come mai il centro è deserto. E quanto ripartiamo con i prolungamenti delle linee tranviarie, ormai lontane dalle perifierie?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *