Mercedes-Benz GLE Coupé è generoso e sportivo

di PieroEvangelisti

Mercedes-Benz sta completando il rinnovamento della vasta gamma dei suoi Sport Utility con il nuovo GLE Coupé che viene prodotto, insieme a GLE e GLS, a Tuscaloosa, in Alabama, la factory da dove alla fine degli Anni ’90, con ML, è uscito il primo Suv della Casa di Stoccarda che oggi può contare su otto modelli a guida alta.

Nuovo GLE Coupé è lungo ben 4.939 mm e misura 2.010 mm in larghezza (+39 mm in lunghezza e +7 mm in larghezza rispetto al modello precedente). Il passo è cresciuto di 20 mm, ma resta di 60 mm più corto di GLE, a beneficio di uno stile di guida sportivo oltre che dell’aspetto estetico. Il dinamismo della linea coupé è esaltato soprattutto dal design della coda.

Sotto il montante posteriore, la superficie tesa della fiancata cede il passo a un’ampia fascia muscolosa che, partendo dalle porte posteriori, si allunga fino a inglobare le luci posteriori. GLE Coupé si presenta così come un’auto potente, pronta a balzare in avanti.

Potenti 6 cilindri diesel per l’Europa

Nuovo Mercedes-Benz GLE Coupé strizza l’occhio agli amanti della guida sportiva anche con la sua gamma di motori. La motorizzazione di base proposta per il lancio sul mercato è costituita da turbodiesel a 6 cilindri in linea con un’erogazione di coppia particolarmente elevata.I due modelli diesel di GLE Coupé sono spinti dal motore Om 656, il 6 cilindri in linea dell’attuale gamma.

Questo propulsore è disponibile in due livelli di potenza, come GLE Coupé 350 d 4Matic da 272 CV e 600 Nm (consumo di carburante combinato: 7,5 litri/100 km; emissioni di CO2 combinate:197 g/km) e come GLE Coupé 400 d 4Matic da 330 cv e 700 Nmdi coppia (consumo di carburante combinato: 7,5 litri/100 km; emissioni di CO2 combinate: 212-198 g/km).

In entrambe le versioni il potente motore soddisfa, anche nelle impegnative condizioni di marcia del ciclo Rde (Real Driving Emissions, fase 2) , la norma Euro 6d.

GLE Coupé si aggiudica questo risultato anche grazie al catalizzatore Scr (Selective Catalytic Reduction) aggiuntivo, con catalizzatore di sintesi dell’ammoniaca nell’impianto di scarico. Ciò consente un dosaggio ancora più preciso dell’additivo AdBlue in funzione del comportamento di marcia individuale, perché un eventuale eccesso di ammoniaca viene ulteriormente abbattuto nel secondo catalizzatore Scr.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP