L’Ue non parteggi per una tecnologia o l’altra: conta l’obiettivo green

di Mike Manley*

L’industria europea dell’auto è fortemente determinata ad abbassare ulteriormente le emissioni dei veicoli nuovi, ma i decisori politici Ue dovrebbero mantenersi tecnologicamente neutrali, senza spingere cioè per una tecnologia di propulsione rispetto a un’altra. Stiamo lottando per raggiungere gli obiettivi per quanto riguarda le emissioni di anidride carbonica che sono stati fissati per le auto per passeggeri, furgoni e mezzi pesanti per il 2030.
Crediamo che questi target debbano rimanere su una base “dal serbatoio alla ruota’“, Tank-to-wheel, o Ttw, cioè il sottoindice utilizzato per stimare il costo energetico, o ambientale, di un carburante connesso alla tecnologia di propulsione. La nuova Commissione Europea ha fatto del Green Deal il cuore del suo mandato, con l’idea di fare dell’Europa il primo continente neutro in termini di emissioni.
Acea sostiene fortemente questo sforzo, convinta che il trasporto su strada neutro in termini di emissioni è possibile entro il 2050. Vogliamo iniziare questo nuovo anno con un solido contributo alla discussione su come ridurre le emissioni di anidride carbonica nel modo più efficace in termini di costi. Oggi lanciamo un piano in dieci punti per attuare il Green Deal.
Crediamo nella scelta per tutti  e questo vuol dire che la neutralità tecnologica crediamo debba essere mantenuta. Non devono, cioè, essere imposte tecnologie specifiche, né vietati veicoli che possono ancora produrre riduzioni in termini di emissioni. Pensiamo che sia anche essenziale trattare con i diversi requisiti che devono avere tutti i segmenti dei veicoli: auto, furgoni, camion e, naturalmente, autobus.
Stiamo andando verso un calo del mercato. Nel momento in cui la nostra industria sta intensificando enormemente gli investimenti in veicoli a emissioni zero, il mercato è destinato a contrarsi – non solo nell’Ue, ma anche a livello globale – quindi la transizione verso la neutralità del carbonio deve essere gestita molto bene dai responsabili politici.

*Presidente di Acea

3 responses to “L’Ue non parteggi per una tecnologia o l’altra: conta l’obiettivo green”

  1. braga says:

    l’unico green è la grana

  2. australopithecus says:

    Le norme UE che impongono di ridurre le emissioni di CO2 sono state scritte da un analfabeta funzionale. Qualsiasi biologo puo’ confermare che maggiore CO2 in atmosfera significa meno deserti ed aumentate rese agricole delle colture.

  3. Pietro M. says:

    “dal serbatoio alla ruota’“, Tank-to-wheel? Cosa??? Semmai Mine-to-wheel, cioe’ dalla miniera alla ruota. Non possiamo ignorare costi/trasporto/processamento/perdite intermedie, altrimenti otterremo dati distorti e soluzioni fuorvianti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *