Hella Pagid, frenata sicura

di Stefano Belfiore *

Quello che contraddistingue un prodotto premium in aftermarket è la rispondenza di ogni articolo all’originale e questo va ben oltre il rispetto della normativa ECE R/90 che stabilisce i requisiti minimi per la messa in commercio di pastiglie e dischi freno. Ciò che caratterizza la gamma di pastiglie Hella Pagid è l’utilizzo di 8 differenti mescole di materiale d’attrito per fornire un prodotto che garantisca caratteristiche il più vicine possibile all’originale in termini di prestazioni, durata e sensibilità al pedale. Anche la realizzazione della piastrina con macchinari che operano con tolleranze minime può garantire il perfetto accoppiamento tra la pinza e la pastiglia, assicurando una frenata sempre priva di vibrazioni e con un’ottima sensibilità al pedale.

hella-pagid-brake-system-02-2018.jpg

Stesso discorso per i dischi

I dischi Hella Pagid sono realizzati con leghe metalliche contenenti un mix di materie prime pregiate per avere il massimo rendimento anche se sottoposti a condizioni di lavoro estreme. La gamma comprende anche dischi verniciati che oltre a garantire un buon effetto estetico specialmente in presenza di cerchi in lega, non necessitano di patina protettiva per lo stoccaggio con un vantaggio in termini di tempo per l’installatore che non deve rimuovere la protezione. Tra i più importanti costruttori di vetture ad alte prestazioni, come Porsche e Audi/Volkswagenhanno scelto di installare in origine pastiglie freno Pagid. Questo è possibile solamente dopo avere raggiunto i più elevati standard di qualità sia in termini di prestazioni di frenata e resistenza che di sensazione al volante: risultati che si possono raggiungere solamente dopo ore e ore di test sia di laboratorio sia su strada anche in condizioni estreme.

Quest’ultimo tipo di prove, però, che garantisce i risultati più significativi e, quindi, più affidabili, ad esempio uno dei test recentemente portati a termine ha riguardato una discesa dal Passo dello Stelvio, la strada asfaltata più alta d’Europa con la massima elevazione a 2.750 metri e arrivo a 1.250 metri in 18 km attraverso 48 tornanti con pendenze fino al 15 per cento. Il test è stato fatto con una Bmw Serie 5 e, nelle fasi più critiche, sono state raggiunte temperature di oltre 700 C°, misurate nella zona del disco senza alcuna differenza di sensazione al pedale del freno e con uno sforzo massimo su di esso di appena 40 Newton.

La distribuzione nell’aftermarket

Dal 1 gennaio 2018 la gamma Hella Pagid Brake System è arrivata anche nell’aftermarket indipendente nazionale. Hella, insieme a TMD Friction, ha costituito nel 2013 una joint venture per la commercializzazione dei prodotti frenanti Pagid nel post vendita multimarca internazionale. Chiaro l’obiettivo della partnership aziendale: arrivare a rappresentare un punto di riferimento con una forte presenza nel settore dei componenti per impianti frenanti. E i numeri e le caratteristiche ci sono tutte. Con più di 1.400 codici e 50 diversi tipi di materiale di attrito, il programma di pastiglie freno Hella Pagid raggiunge una copertura praticamente completa per tutti i veicoli europei.

*www.inforicambi.it

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP