Formula Sae, Bosch in pista con gli ingegneri di domani

Bosch anche quest’anno era presente alla XIV edizione di Formula Sae Italy, Formula Electric Italy & Formula Driverless. La competizione automobilistica, organizzata da Anfia e aperta alle facoltà di Ingegneria delle Università di tutto il mondo, si è svolta presso l’Autodromo “Riccardo Paletti” di Varano de’ Melegari (Parma). Alla cerimonia d’apertura il pilota Gian Maria Gabbiani, testimonial del progetto Bosch “Allenarsi per il Futuro”, dedicato alla formazione, all’orientamento e all’alternanza scuola-lavoro dei giovani. Gabbiani, attraverso la metafora dello sport, ha raccontato ai ragazzi che con la volontà e l’impegno si possono raggiungere importanti risultati, nella vita così come nel mondo del lavoro.

L’Autodromo parmense ha ospitato 87 team (67 europei, di cui 14 italiani in rappresentanza di 13 atenei) provenienti da 26 Paesi, per un totale di circa 2.600 studenti. I futuri ingegneri, impegnati nella progettazione e realizzazione di prototipi monoposto da competizione, secondo il regolamento del Sae International, si sono sfidati in due tipologie di prove: quelle statiche (Design, Business e Cost), per vagliare le conoscenze tecniche di ciascun team, e quelle dinamiche (Acceleration, Skid Pad, Autocross, Endurance), per mettere alla prova, su pista, i prototipi realizzati. Nella giuria che ha valutato i progetti nel corso delle prove statiche, erano presenti sette ingegneri Bosch: uno per il Design event, due per la Business presentation e quattro per il Cost event.

Le categorie in gara

I team erano suddivisi in quattro categorie: Classe 1C (vetture a combustione interna), Classe 1E (vetture a trazione elettrica), Classe 3 (categoria dedicata unicamente alla valutazione progettuale, senza presentazione di prototipi) e Classe Driverless (guida autonoma), la vera novità di quest’anno.

Opportunità da non perdereLa manifestazione rappresenta per gli studenti un’importante opportunità per testare le proprie capacità, mettendosi alla prova davanti a specialisti del settore, ma anche per muovere i primi passi nel mondo del lavoro. I referenti del servizio risorse umane di Bosch Italia erano presenti con un corner dedicato, attenti a individuare gli studenti più talentuosi. Il contatto fra azienda e giovani è da sempre al centro delle attività di selezione di Bosch.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP