Ecco i8, la super sportiva elettrica di Bmw

Energia e Auto, insieme nel sogno elettrico

di Ennio Montagnani

Il futuro dell’auto è in rapida evoluzione. Maggiori applicazioni tecnologiche e social, regolamentazione più favorevole, batterie più longeve e con minori tempi di ricarica, costi in contrazione, contribuiscono a disegnare un quadro proiettato nel vedere circolare un numero sempre maggiore di veicoli elettrici. Secondo gli analisti di Barclays, in uno studio dal titolo “Energy & autos: Together in electric dreams” (Energia e auto: insieme nel sogno elettrico) il mix di produzione delle auto (tradizionale, ibrida, elettrica) dovrebbe crescere in modo esponenziale nel corso dei prossimi due decenni e la compagnia automobilistica meglio posizionata per trarre vantaggio da queste tendenze è Bmw. Per gli analisti di Barclays il titolo automobilistico tedesco merita un giudizio di overweigth (OW) con prezzo obiettivo a 12 mesi di 103 euro, cioè il 17% in più rispetto alle attuali quotazioni di Borsa. Restando in tema di investimenti azionari, è interessante notare come lo studio di Barclays, pur calcolando che entro il 2030 la richiesta di petrolio dovrebbe diminuire di 1,8 milioni di barili al giorno rispetto a quella che ci sarebbe senza l’adozione di nuovi veicoli elettrici, giunga alla conclusione che la domanda di greggio è tuttavia destinata ancora ad aumentare, data la crescita del numero complessivo di auto che circoleranno sulle strade. Per chi volesse sfruttare queste previsioni, gli analisti di Barclays suggeriscono di puntare sui alcuni selezionati colossi energetici come BP (prezzo obiettivo 625 sterline), Royal Dutch Shell (prezzo obiettivo 2.650 sterline), Total (prezzo obiettivo 56,5 euro) e Repsol (prezzo obiettivo 17,5 euro)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP