Cupra Tavascan alte prestazioni a emissioni zero

di Piero Evangelisti

In meno di due anni Cupra, il marchio controllato da Seat al quale è stato assegnato il compito di realizzare vetture ad alte prestazioni, si è già ricavato uno spazio significativo nel mercato e dimostra una grande vitalità nella progettazione di nuovi modelli. Dopo la concept car Formentor, vista in primavera, al Salone di Francoforte viene adesso svelato Tavascan, concept di un Suv coupé che in un futuro non lontano potrebbe inserirsi in un segmento in forte espansione.

Tavascan, con la sua anima elettrica, è in linea con la missione affidata a Cupra: dimostrare che le emozioni della guida sportiva non sono inconciliabili con l’alimentazione elettrica pura, che può addirittura offrire prestazioni superiori a quelle tipiche di un motore termico. Cupra Tavascan unisce la silhouette di un crossover cinque porte, i punti di forza di un suv e l’eleganza di una sport coupé.

Si tratta della prima vettura stradale del marchio con un propulsore completamente elettrico, e ciò ne esalta ed enfatizza le proporzioni, con zero emissioni.  Tavascan Concept prende il nome da un piccolo paese sui Pirenei, reso unico dai paesaggi mozzafiato e dalla natura circostante.

Potente e silenziosa

L’accattivante design esterno cela un avanzato propulsore completamente elettrico in grado di offrire tutta l’emozione che ogni guidatore desidera, unita alla silenziosità e all’efficienza che caratterizzano questa tecnologia. Due motori, uno su ogni asse, erogano una potenza totale di 306 cv di potenza a tutte e quattro le ruote, offrendo prestazioni pure.

Cupra Concept vanta un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 6,5 secondi. E la velocità è solo una parte della storia. La Concept, basata sulla piattaforma Meb del Gruppo Volkswagen, è dotata di un pacco batteria agli ioni di litio da 77kWh che consente un’autonomia che arriva a 450 km (dato basato sullo stringente ciclo di test Wltp). Inoltre, essendo il pacco alloggiato sul pianale della vettura, il centro di gravità rimane basso, con un conseguente aumento del dinamismo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP