Basta con l’uso improprio dello smartphone, c’è Safe Drive Pod

La guida con cellulare è sempre vietata. E la richiesta di misure più stringenti ed efficaci per contrastare il pericoloso comportamento dell’uso improprio del telefonino alla guida arriva dalla Polizia Stradale, che chiede una modifica normativa che consenta il ritiro della patente alla prima violazione. La tecnologia di Evolvea arriva in soccorso degli automobilisti, inibendo le cattive abitudini e contrastando il pericoloso comportamento alla guida. Basta un piccolo sensore, grande come una moneta da 5 centesimi.

Si chiama Safe Drive Pod ed è stato realizzato da Evolvea, società del Gruppo

Filippetti specializzata in soluzioni tecnologiche in ottica 4.0. A differenza di altri dispositivi, Safe Drive Pod non spegne il cellulare quando l’auto si mette in moto, ma inibisce soltanto lo schermo e quindi la possibilità di interagire e chattare, lasciando la possibilità di fare chiamate in viva-voce. Il sistema si disattiva dopo 20 secondi di sosta e lo scherma ritorna funzionante.

“L’uso dello smartphone e la distrazione costituiscono un binomio perfetto nell’incremento della sinistrosità stradale. Le modifiche al Codice della strada si rendono necessarie per ridurre il fenomeno dal punto di vista della frequenza e delle conseguenze, leggi lesioni e mortalità. Da dati rilevati dalle forze dell’ordine oltre il 25% dei sinistri è generato da distrazione alla guida, e la causa è lo smartphone – spiega Marco Mauri, General Manager di Evolvea -; Evolvea distribuisce sul territorio Italiano il prodotto Safe Drive Pod che, grazie a un brevetto mondiale, rende inaccessibile la tastiera dello smartphone inibendo così la possibilità di chattare, fare selfie, scrivere Sms; in altre parole impedisce all’utente di distrarsi alla guida”.

Safe Drive Pod funziona via Bluetooth e tramite app: se qualcuno prova a disattivarlo, viene mandata immediatamente una notifica email ovSms. Uno strumento utile anche per i genitori che vogliono assicurarsi che i propri figli si muovano su strada in tutta sicurezza, ma anche per le aziende di trasporto, le compagnie di noleggio auto e assicurazioni che così possono valutare il comportamento dei conducenti. Il tutto nel pieno rispetto della privacy, perché i dati restano privati e il GPS si può disattivare. Il costo di SaveDrivePod è contenuto: 2,5 euro al mese (120 euro per 4 anni, periodo dopo il quale il dispositivo viene sostituito.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP