Anfia: il Progetto Diciotto compie 10 anni

Il 22 febbraio scorso, in occasione di Transpotec Logitec 2019, si è tenuto presso VeronaFiere il convegno, organizzato da ANFIA, “18 metri: soluzione promettente per il trasporto Gran Volume. Aggiornamento sui risultati della sperimentazione Progetto 18”. Andrea Zambon Bertoja, Presidente della Sezione Rimorchi di ANFIA, ha ricordato che quest’anno il Progetto Diciotto (P18), nato su iniziativa di ANFIA e del Ministero dei Trasporti, compie 10 anni di sperimentazione. L’obiettivo del progetto è sempre stato quello di analizzare l’impiego degli autoarticolati con una lunghezza fino a 18 metri, per la valutazione dei vantaggi in termini di produttività del trasporto durante l’utilizzo reale dei veicoli, quindi in termini di convenienza economica e logistica del trasporto, e le loro caratteristiche di guidabilità, manovrabilità e sicurezza. Nel corso di questi anni, i 330 mezzi prodotti dagli Associati ANFIA sono stati quotidianamente utilizzati dalle aziende di autotrasporto che hanno aderito alla sperimentazione le quali, nella loro attività, ne hanno apprezzato gli evidenti vantaggi in termini di ottimizzazione del servizio.

Anfia, un impegno senza fine

Ha poi preso la parola Alberto Musso, Responsabile Area Tecnica e Affari regolamentari di ANFIA, che ha presentato i più recenti dati di monitoraggio del Progetto Diciotto. La prima fase di monitoraggio è iniziata a giugno 2009 ed è terminata a giugno 2013, per un totale di quattro rapporti, mentre da giugno 2014 a marzo 2018 si è svolta la seconda fase, che ha prodotto altri due rapporti di monitoraggio. 52 aziende di autotrasporto altamente eterogenee – pari al 73% delle aziende partecipanti alla fase II – e 78 autisti hanno contribuito all’indagine rispondendo ai relativi questionari, per un totale di 221 semirimorchi di fase II monitorati (74% della flotta). Al 31 luglio 2018, sono stati percorsi più di 9 milioni di km certificati dai 30 semirimorchi con chilometraggio monitorato (centralina EBS). La frequenza di utilizzo giornaliera su tratte medio-lunghe (200-600 km) ha permesso di stimare un totale pari a circa 110 milioni di km percorsi dall’inizio della fase II ad oggi, per una percorrenza media annuale di poco superiore a 90.000 km. Durante la fase II, si è verificato un solo incidente – durante le manovre di uscita da un interporto, con lievi danni a un veicolo limitrofo, e non su strada – e nessun problema strutturale è stato segnalato sui semirimorchi P18.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP