L’ibrido (diesel) secondo Kia

Arrivato alla quarta generazione, il SUV Sportage rimane il modello preferito dai clienti della Casa coreana. Da oggi è disponibile con un inedito sistema Mild-Hybrid 48 volt, abbinato alla motorizzazione da 2 litri.

di Valerio Boni

Tra tutti i modelli distribuiti in Europa da Kia, Sportage è in testa alle preferenze con più di 131.000 esemplari venduti nel 2017, oltre che essere uno tra i SUV più apprezzati. Nel 2018 è stato riproposto in una veste nuova, con un design aggiornato e l’adozione di tecnologie all’avanguardia. Si aggiungono, tra gli altri, dispositivi dedicati a incrementare il livello di sicurezza e offrire un’esperienza ancora più completa per quanto riguarda l’infotainment, ma soprattutto un sistema Mild-Hybrid diesel con batteria da 48 Volt che trasforma Sportage in un’ibrida di nuova generazione. Questa innovazione sarà presto estesa anche ad altri modelli della Casa coreana.

Elettricità per tutti i gusti

Si tratta del primo passo verso l’elettrificazione della gamma, che già da oggi è in assoluto la più completa per chi è alla ricerca di soluzioni alternative, poiché Kia ha in listino modelli plug-in ibridi, Mild-Hybrid ed elettrici al 100 per cento. Con un programma che entro i prossimi sette anni porterà 16 nuove Kia ecompatibili.

Design internazionale

Lo stile della quarta generazione è il risultato combinato del lavoro del Centro Stile europeo Kia di Francoforte, e dei centri Kia di Namyang in Corea e di Irvine in California. Il design è stato aggiornato partendo dalla caratteristica griglia ‘Tiger Nose’, ora offerta nella versione nera lucida o nera opaca, mentre l’intero frontale ha cambiato aspetto grazie al paraurti anteriore, agli alloggiamenti per i fendinebbia e agli inserti nero in lucido o cromati che fanno la differenza. Ma cambia anche il profilo, nel quale si inseriscono nuovi cerchi in lega bicolor, da 17 o 19 pollici, e inediti particolari cromati. Restano invece invariati gli ingombri, a cominciare dalla lunghezza di 4.485 mm e dal passo di 2.670 mm, oltre al coefficiente aerodinamico di 0,33.

Con il diesel l’ibrido ci guadagna

Sportage tiene a battesimo il sistema EcoDynamics+ disponibile sulla motorizzazione 2.0 CRDi. Un sistema che comprende una batteria a 48 Volt, uno starter/generator e un convertitore DC/AC. Il cuore del Mild Hybrid è lo starter/generator che ha una doppia funzione: regala coppia quando è utilizzato in modalità motore, mentre converte in elettricità l’energia recuperata in frenata quando lavora come generatore. In accelerazione riesce a fornire fino a 12 kW di potenza elettrica, alleggerendo lo sforzo del motore diesel, a tutto vantaggio di emissioni (in calo fino al 4 per cento), consumi e vibrazioni. Nella modalità “generatore”, il sistema Mild Hybridrecupera energia cinetica durante la decelerazione, la frenata e marcia a velocità costante, mentre nelle normali fasi fornisce potenza al motore termico, utilizzando l’energia accumulata precedentemente.

Integrazione agevolata

I vantaggi del Mild-Hybrid, sono concentrati nella compattezza e nella relativa facilità di integrazione in meccaniche già esistenti. Lo starter/generator è integrato nell’unità centrale ed è azionato tramite una cinghia che può essere direttamente collegata a quella presente su tutti i motori per azionare vari servizi. La batteria da 48 Volt, inoltre, si trova sotto il piano del bagagliaio senza penalizzare abitabilità e capacità di carico. A questi pregi si somma la possibilità di adottare un motorino di avviamento più compatto, visto che il sistema a 48 Volt provvede ad avviare il motore nella maggior parte delle condizioni e con rare eccezioni, come per esempio le partenze in condizioni di temperature particolarmente basse.

4×4 e automatica

Sportage propone la soluzione EcoDynamics+ 2.0 CRDi in combinazione con la trazione integrale e la trasmissione automatica a 8 rapporti. Un’accoppiata che assicura 185 cv e una coppia di 400 Nm di coppia, con emissioni di CO2 limitate a 174/185 g/km secondo i più attuali test di rilevamento WLTP. In alternativa, il listino Sportage propone un altro motore alimentato a gasolio, un 1.6 CRDi U3 da 115 o 136 CV che rimpiazza il precedente 1.7, e che si distingue come il più pulito ed efficiente nella storia di Kia.

Due motori a benzina antipolveri

Resta invece invariata la gamma Sportage a benzina che si basa su due motori 1.6 a iniezione diretta accreditati di emissioni ridotte rispetto al passato. Sono il GDI da 132 cv e 161 Nm di coppia massima e il T-GDI (Turbo Gasoline Direct Injection) con 177 cv e 265 Nm di coppia disponibili da 1.500 a 4.500 giri. Entrambi i motori alimentati a benzina sono dotati di nuovi filtri antiparticolato specifici per ridurre al minimo le emissioni di polveri sottili. Tutti gli allestimenti, tranne quelli sulla base 1.6 GDI, utilizzano un servosterzo elettrico R-MDPS con motore elettrico montato direttamente sulla cremagliera e sul piantone. Una soluzione che assicura risposte più precise e un miglior feeling al volante, soprattutto in rettilineo.

Obiettivo sicurezza

L’innovazione tecnologica applicata al nuovo Sportage comprende una serie di sistemi di assistenza alla guida e di infotainment non comuni per questo segmento. In particolare, Kia ha lavorato sulla sicurezza, attiva e passiva rendendo disponibili tra l’altro lo Smart Cruise Control con Stop & Go, l’Around View Monitor per manovre di parcheggio più facili e il Driver Attention Warning, per contrastare la fatica e la disattenzione al volante. Non mancano i sistemi più avanzati per la prevenzione degli incidenti e la riduzione delle loro conseguenze, come il Vehicle Stability Management (VSM) montato di serie, che consente di tenere sotto controllo la stabilità in frenata e in curva affiancando l’ESC (Electronic Stability Control) e il servosterzo elettrico in grado di intervenire in caso di necessità e permettere al guidatore di mantenere il perfetto controllo dell’auto nelle situazioni più critiche.

Sette anni di tranquillità

All’interno gli spazi sono a misura di famiglia, con un’altezza sopra la testa fino a 997 mm, e un’elevata abitabilità su entrambe le file, con 1.129 mm a disposizione delle gambe nella parte anteriore e 970 mm per chi siede dietro. A queste misure si aggiunge la scelta di alzare la seduta del divano di 30 mm e di abbassare il pavimento di 40 mm, per favorire una posizione confortevole e un migliore sostegno della schiena. I due sedili possono essere dotati di un sistema di riscaldamento a tre stadi e di 10 regolazioni per quello di guida e 8 regolazioni per quello del passeggero. Dettagli che aggiungono prestigio a un modello che ha già dimostrato di essere maturo e affidabile, come dimostrano gli oltre 5 milioni di esemplari assemblati a Žilina, in Slovacchia, e soprattutto dall’esclusiva garanzia estesa di sette anni o 150.000 km, comune a tutti i modelli Kia.

3 Comments

  1. Raymond Chatanay says:

    Bravo,il prezzo di questa meraviglia?

  2. giovanni says:

    desidero avere maggiori dettagli sul suvsportage !

  3. michele says:

    ma perche’ non la fanno a gas ?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP