Il rivoluzionario 1.300 debutta su Qashqai

Nissan aggiorna la gamma del crossover più venduto in Europa con un nuovo motore a benzina 1.3 di nuova generazione. Più potente, ma anche più parco nei consumi e completo di filtro antiparticolato

di Valerio boni

300.000 chilometri di prove su strada, anche in condizioni climatiche estreme, ai quali si sommano 40.000 ore di simulazioni di convalida, sono i numeri con i quali si presenta sul mercato il nuovissimo motore a benzina da 1.3 litri che Nissan fa debuttare in  Europa sulla Qashqai. Ma non sono questi gli unici numeri che contano per un quattro cilindri che si annuncia rivoluzionario, proposto in due livelli di potenza, 140 e 160 cavalli, che si presenta con consumi ed emissioni  più favorevoli e intervalli di manutenzione più ampi, che passano da 20.000 a 30.000 chilometri. Dotato di soluzioni tecnologiche innovative, che comprendono il variatore di fase e un filtro antiparticolato specifico per motori a benzina, è destinato a diventare un vero e proprio best seller, come dimostrano le previsioni di produrre nel 2019 fino a un milione di 1.3 a benzina, destinati a equipaggiare circa la metà delle Qashqai per il mercato continentale.

 

Arriva il cambio a doppia frizione

Qashqai è il crossover più venduto in Europa e la novità ha l’obiettivo di rafforzare questa posizione con benefici importanti di natura economica, per quanto riguarda consumi, manutenzione ordinaria e affidabilità, senza dimenticare le prestazioni. Tutto è pronto per il lancio delle tre versioni, tutte a due ruote motrici con trazione anteriore: 140 CV e 160 CV con cambio manuale a sei marce, ai quali si aggiunge la configurazione più potente abbinata al nuovo cambio DCT. Anche in quest’ultimo caso si tratta di un debutto, poiché è la prima volta che una trasmissione a doppia frizione a sette velocità equipaggia un modello Nissan con elevati volumi di vendita.

 

Calano i consumi, crescono le prestazioni

L’evoluzione tecnologica del motore 1.3 passa attraverso un nuovo design della camera di combustione, il potenziamento dell’iniezione, passata da pressioni di 200 a 250 bar, l’ottimizzazione del turbocompressore e una serie di interventi che assicurano maggiore fluidità e coppia, oltre a una più elevata silenziosità. Lo testimoniano i confronti diretti con gli altri motori alimentati a benzina della gamma Nissan che già si erano distinti per le loro caratteristiche di elasticità ed economia. Rispetto al 1.200, nella versione da 140 CV dispone di 25 cavalli e 50 Nm di coppia in più, ma allo stesso tempo riduce di 8 g/km (da 129 a 121) le emissioni di CO2 su una Qashqai equipaggiata con cerchi da 17 pollici di diametro. In particolare fanno la differenza le doti di elasticità, sottolineate dalla sensibile riduzione dei tempi di accelerazione, in quarta marcia da 80 a 100 km/h (-18%) e in sesta da 100 a 120 (-35%). Se confrontato con il 1.600, sempre a benzina, il più potente 1.3 da 160 CV dispone di 3 cavalli in meno, ma la coppia è superiore di 20 Nm. E le emissioni si CO2 risultano inferiori di 13 g/km, limitate a 121 g/km.

 

Da oggi si cambia. In silenzio

I vantaggi per chi sceglie una Quasqai sono comuni per tutte le varianti proposte da Nissan. Comprendono risposte più pronte, ma anche un maggiore comfort in movimento, poiché il motore non necessita di raggiungere regimi di rotazione elevati per assicurare spunto e ripresa, a tutto vantaggio della silenziosità nell’abitacolo. Per chi sceglie il motore 1.3 da 160 CV con cambio automatico si aggiungono i benefici che derivano dal sistema di raffreddamento che si attiva in funzione della temperatura di esercizio della trasmissione e dal selettore elettromeccanico che ne migliora l’efficienza, con cambi di marcia immediati e senza perdite di potenza nel passaggio da un rapporto all’altro.

 

Innovazione in tre direzioni

L’inserimento in gamma del nuovo motore rientra nel programma Nissan Intellingent Mobility, la roadmap che l’azienda giapponese ha messo a punto per il futuro della mobilità. Un piano che si fonda su tre elementi: Intelligent Driving, che comprende le tecnologie per una guida più sicura e piacevole, Intelligent Power, che prevede l’adozione di motori più efficienti ed elettrificati e Intelligent Integration, con l’inserimento di sistemi di connettività e integrazione con la società. Per quanto riguarda l’Intelligent Driving, Qashqai è stata recentemente aggiornata con l’introduzione del sistema di assistenza alla guida ProPILOT di ultima generazione, attivo in sterzata, accelerazione e frenata con tre funzioni combinate sulle singole corsie autostradali e di strade extraurbane. L’Intelligent Cruise Control regola la velocità e mantiene la distanza dal veicolo che precede nella stessa corsia di marcia, il Lane Keep Assist aiuta a mantenere l’auto al centro della corsia agendo sullo sterzo, e il Traffic Jam Pilot permette di seguire il veicolo che precede alla distanza stabilita, rallentando fino a fermarsi per poi ripartire, se necessario.

 

Connettersi è più semplice

Il nuovo sistema NissanConnect è invece un elemento della Intelligent Integration, è un sistema di infotainment programmato per assicurare un’integrazione tra l’auto e lo smatphone del guidatore semplice e intuitiva, con la possibilità di scaricare mappe e aggiornamenti di software. Il sistema per la connessione a Apple CarPlay e Android Auto è di serie già a partire dalla versione Acenta (il secondo livello della gamma dopo l’allestimento Visia di accesso) e assicura una serie di funzionalità innovative. Come il riconoscimento vocale, la schermata home personalizzabile, la ricerca su una singola riga per rendere più semplice l’immissione degli indirizzi sul navigatore e la funzione Find My Car. Si aggiunge poi la praticità della nuova app Door to Door, scaricabile sullo smartphone, che permette di pianificare il percorso prima di uscire di casa e di inviarlo direttamente all’auto, per avviare la navigazione non appena saliti a bordo. Tutto questo, e molto altro, sono offerti sulle nuove Nissan Qashqai 1.3 con prezzi che partono da 22.050 euro per le versioni da 140 CV e da 23.760 euro per quelle da 160 CV.

 

 

 

 

6 Comments

  1. maximilien1791 says:

    Quel frullatore, neanceh s eme lo regalano !

  2. Brucione says:

    Tieniti la tua bicicletta🤣

  3. Brucione says:

    Caro M…Tieniti la tua bicicletta🤣

  4. GIUSEPPE GIUGNO says:

    VENERDI 30/11 IN UNA NOTTE DI BUIO PESTO PERCORREVO UNA CORSIA DI DECELERAZIONE PER UNO SCAMBIO CARREGGIATA IL TUTTO PRIVO DI SEGNALAZIONI LUMINOSE E MI INFILAVO SOTTO LA CUSPIDE DEL GUARDRAIL.
    DANNI ALLA CARROZZERIA CONSISTENTI NOI DEL TUTTO ILLESI INCHIODATI DALLE CINTURE DI SICUREZZA E PROTETTI DALLA SCOCCA CHE HA ASSORBITO L’URTO.
    GRANDE PICCOLA PEUGEOT GRANDE!!!

  5. marco says:

    In alfa romeo il variatore di fase lo hanno dagli anni ’70.

  6. Alfonso says:

    …. Qashqai chi! ma non è la bmw dei poveri????

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP