Il piccolo Juke diventa grande

A nove anni dal lancio, Nissan presenta la nuova generazione dell’auto che ha inaugurato il segmento dei crossover di segmento B. Cresce nelle dimensioni, per offrire più spazio all’interno, e si presenta con soluzioni tecnologiche inedite per la categoria

di Valerio Boni

Nove anni fa Nissan Juke ha di fatto dato vita al segmento dei crossover compatti, che fino ad allora non esisteva. Dopo aver venduto in Europa quasi un milione di unità, Nissan Juke torna profondamente aggiornato con l’obiettivo di definire nuovi standard per la categoria, e lo ha fatto con un evento internazionale, presentandosi in contemporanea in cinque città europee: Milano, Londra, Parigi, Barcellona e Colonia.

Più grande, ma più leggero

Il nuovo Juke mantiene e rafforza il suo carattere, che ne ha decretato il successo, ma con nuove linee da coupé crossover. È cresciuto nelle dimensioni, raggiungendo i limiti del segmento e ora è lungo 4,21 metri, alto 1,59 e largo 1,8, misure sfruttate con l’obiettivo di migliorare contemporaneamente abitabilità e capacità di carico. Lo confermano i 5,8 centimetri in più per le ginocchia sulle sedute posteriori, e i 422 litri di capienza del bagagliaio, con un incremento pari al 20 per cento rispetto alla serie precedente. In tutto senza incidere sul peso, che risulta al contrario alleggerito di 23 chilogrammi.

Tradizione e futuro

Le linee sono scolpite ed eleganti e caratterizzano il design del nuovo Juke con un aspetto atletico da coupé, ma rialzato da terra come deve essere un crossover, poggiato su importanti cerchi in lega da 19 pollici di diametro. Lo stile conserva un elemento tradizionale del passato, come i fari anteriori tondi, che insieme alla altre luci della vettura, anteriori e posteriori, ora sono tutte full LED di serie per tutta la gamma, partendo dagli allestimenti di accesso.

Un solo motore, piccolo ed efficiente

Costruito su una piattaforma più rigida, per favorire stabilità, manovrabilità e controllo nelle varie condizioni di guida, il nuovo crossover compatto di Nissan è proposto nella fase di lancio con un’unica motorizzazione. È il tre cilindri 1.0 a benzina della serie DIG-T, sovralimentato e in grado di sviluppare una potenza di 117 cavalli. Si tratta di un motore ad alta efficienza, che si distingue per le alte prestazioni combinate con consumi di carburante ulteriormente ridotti. Due sono le possibilità di scelta in termini di trasmissione: con cambio manuale a 6 marce, o con quello automatico a doppia frizione a 7 rapporti, con comandi i al volante.

Sicurezza innanzitutto

Sul nuovo Juke è oggi disponibile la tecnologia ProPilot, che assiste il guidatore in fase di accelerazione, sterzata e frenata. Progettato per la gestione della singola corsia in autostrada, ProPILOT accelera e rallenta la vettura per mantenerne la giusta velocità e la giusta distanza dal veicolo che precede e tiene la vettura al centro della corsia. Oltre al ProPilot, Nissan propone un pacchetto completo di evolute soluzioni per la sicurezza, che vanno dalla frenata intelligente con riconoscimento di pedoni e ciclisti al rilevamento dei segnali stradali, fino al sistema intelligente di avviso e intervento per l’angolo cieco. Quest’ultimo è un dispositivo proposto per la prima volta su un crossover compatto, che è progettato per segnalare la presenza di ostacoli negli angoli ciechi, fino a riportare la vettura in carreggiata se necessario.

Arrivano nuovi colori

Oltre alle forme della carrozzeria si rinnovano anche le colorazioni, con l’aggiunta delle tinte Burgundy e il Fuji Sunset Red, che portano a un totale di 11 varianti. Ma un’ulteriore opportunità di diversificazione è offerta dai tre colori proposti per il tetto, che fanno debuttare sul nuovo Juke la verniciatura 2-Tone, una soluzione che sottolinea la sensazione tipica delle coupé di avere un tetto quasi “sospeso”.

Dialoga con lo smartphone

Il tutto è completato dall’applicazione NissanConnect Services, che attraverso lo smartphone consente all’automobilista di controllare una serie di funzionalità della vettura. È tra l’altro possibile verificare la chiusura delle portiere, e nel caso azionarne la chiusura o l’apertura a distanza. Non mancano informazioni importanti ai fini della sicurezza, come l’indicazione della pressione degli pneumatici, o il livello dell’olio motore prima di intraprendere un viaggio. La compatibilità con Google Assistant assicura, inoltre, una serie di funzioni aggiuntive, che vanno dall’accensione dei fari alla possibilità di inviare la destinazione al navigatore di bordo tramite comandi vocali al proprio telefono.

La musica a bordo è targata BOSE

Il nuovo Nissan Juke è equipaggiato con l’esclusivo sistema audio Bose® Personal® Plus. Grazie a 8 altoparlanti ad alte prestazioni, di cui due altoparlanti Bose UltraNearfield incorporati in entrambi i poggiatesta anteriori, due altoparlanti ad ampia gamma di frequenze nelle portiere anteriori e due tweeter nei montanti anteriori, è possibile vivere un’esperienza di suono immersiva a 360°.

Il nuovo Nissan JUKE continuerà ad essere prodotto presso lo stabilimento di Sunderland, nel Regno Unito, con le prime consegne ai clienti europei previste per la fine di novembre.

2 Comments

  1. contato stefano carlo says:

    Ma si ribalta come la precedente?

  2. Dino says:

    Uno dei modelli piu’ brutti mai fatti dalla Nissan.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP