Ecco la Panda luxury griffata Trussardi

Fiat e la Casa di moda danno vita alla prima serie speciale luxury realizzata su base Cross look: carrozzeria verniciata con tinte esclusive, oltre a dettagli urban-chic e all’immancabile Levriero

di  Valerio Boni

Panda non è solo la city-car più venduta in Europa, in testa alle classifiche di vendita dall’ormai lontano 2003, è anche l’auto che a dispetto delle dimensioni contenute ha saputo stabilire una serie di primati insoliti. È stata la prima cittadina a trazione integrale, ma anche il primo Suv a misura di percorso urbano, oltre a essere la prima auto in assoluto a scalare l’Everest. Dopo essersi distinta come la “best grower” dell’anno, con un aumento di quasi 2 punti percentuali di quota rispetto al 2018, la compatta di casa Fiat si candida a diventare la prima “luxury Panda” della storia.

Accoppiata vincente

Dalla prima operazione di co-branding con una Casa di moda è nata la nuova Fiat Panda Trussardi. Il risultato della collaborazione tra due marchi che hanno fatto la storia nei rispettivi settori è un’auto che mantiene inalterata la sua funzionalità, ma lo fa con carattere, “indossando” lo stile urban-chic di Trussardi. Tra le versioni disponibili, come base di partenza sono state scelte la Cross per il 4×4 e la City Cross per il 4×2, declinate più esclusiva delle quali ha una livrea opaca (anche in questo caso si tratta di una prima assoluta per una Panda), con la colorazione Caffè Italiano combinata con dettagli di contrasto in nero lucido.

Più colori, più motori

Non mancano, tuttavia, allestimenti diversi, a cominciare dalla stessa combinazione non opaca ma metallizzata del Caffè Italiano, alla quale si affiancano le Panda Trussardi Bianco Gelato, Nero Cinema o Grigio Maestro. Diverse sono anche le possibilità di scelta in tema di motori, che si adattano alle diverse esigenze che questa versatile city-car è in grado di soddisfare. Si può scegliere il brioso TwinAir Turbo 0.9 a benzina da 85 cv, disponibile in combinazione con la trazione anteriore o in configurazione 4×4, ma c’è anche un 1.2 da 69 cv.

Un mix di eleganza e versatilità

Se la Panda Cross è stata progettata per affrontare veri percorsi off-road, senza mai perdere la vocazione di auto per le piccole sfide quotidiane, la Panda Trussardi reinterpreta il ruolo di City Cross dal look avventuroso e con tutta l’accessibilità tipica di una vettura 4×2, utile per evadere dalla routine urbana. La personalizzazione va ben oltre le colorazioni inedite, e comprende chiaramente la firma dello stilista, discretamente in evidenza sulle fasce paracolpi laterali. Il caratteristico Levriero è inoltre presente sul cristallo della terza luce laterale, sul coprimozzo dei cerchi in lega e incastonato tra le razze del volante in pelle.

Una firma inconfondibile e discreta

La carrozzeria della Panda Trussardi è caratterizzata da una serie di dettagli esterni verniciati in un elegante nero lucido:  cerchi in lega da 15 pollici di diametro, le barre alte sul tetto, gli scudi di protezione inferiori, le modanature delle fasce laterali e le calotte degli specchi retrovisori. All’interno si fanno invece notare alcuni particolari che contribuiscono a trasformare l’abitacolo in un accogliente salotto, dalla plancia in tinta Caffè Italiano agli inserti dei pannelli delle portiere, fino alla trama dei sedili marrone melange su cui è riprodotto il logo Trussardi. Il lettering della Casa di moda è in evidenza anche sui tappetini e sulla cintura di sicurezza, elemento centrale della campagna di lancio del modello.

Il video della svolta

Gli effetti della collaborazione tra Fiat e Trussardi sono evidenti non solo nel look, arrivano a contaminare il videoclip del lancio, che si stacca dai canoni classici del mondo automotive, per avvicinarsi a quello di moda e profumi. Nello spot, la Panda Trussardi si trasforma a tutti gli effetti in desiderato oggetto di culto, con la protagonista, la cantante Ava Max, intenzionata a impossessarsi dell’elemento più cool e rappresentativo, la cintura di sicurezza griffata Trussardi. E per riuscire nell’impresa si sfila una scarpa Trussardi per rompere il finestrino della vettura e tagliare la cintura, che da elemento di sicurezza diventa un oggetto di seduzione.

Non solo infotainment, c’è anche la sicurezza

Alla funzionalità e allo stile, la nuova Panda Trussardi unisce una dotazione tecnologica di alto livello, con l’app dedicata “Panda Uconnect” specificamente realizzata per dialogare con il sistema di infotainment. Attraverso lo smartphone è possibile gestire lo streaming audio, il sistema di riconoscimento vocale e la lettura dati da USB e MP3, ma anche i servizi “Find myCar”. La lista delle utility fornite è lunga, e va dall’assistenza alla ricerca dell’auto in un grande parcheggio, alla possibilità di controllare i parametri della vettura o consultare le voci del libretto per uso e manutenzione. E non mancano evoluti sistemi di sicurezza, che arrivano a comprendere, se lo si desidera, il sistema di frenata autonoma (Autonomous City Brake) in grado di riconoscere gli ostacoli e di frenare automaticamente, un dispositivo introdotto per la prima volta nel segmento delle citycar proprio da Panda.

2 responses to “Ecco la Panda luxury griffata Trussardi”

  1. antioco says:

    già costa una cifra la versione base, che con gli stessi soldi posso comprare molto di più, versione trussardi poi… devo decdere se questa o un audi a4

  2. MPP says:

    Che mostruosità…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *