XCeed, il “Cuv” coreano più europeo che c’è

Kia presenta l’alternativa sportiva ai Suv di grandi dimensioni, pensata per i mercati del Vecchio Continente. Una crossover di segmento C, che completa l’offerta della famiglia Ceed con capacità di carico e abitabilità di livello superiore in soli 4,4 metri

di Valerio Boni

Il segmento C, soprattutto per quanto riguarda le crossover, è il più vivace in Italia come in Europa, e ora è Kia a lanciarsi nella mischia con la quarta componente della famiglia Ceed. Si chiama XCeed, nasce stilisticamente nel centro della Casa coreana a Francoforte, è costruita in Slovacchia e si affianca a Ceed hatcback, la più convenzionale a cinque porte, la familiare Wagon e la shooting brake ProCeed, un riuscito mix tra sw e coupé. Con le sorelle, la “X” condivide il pianale e l’impronta estetica del frontale, ma si inserisce nel segmento dei Cuv (crossover utility vehicle) con un tocco di carattere e di sportività che fa la differenza rispetto a rivali dagli ingombri più importanti.

Più compatta, ma solo fuori

Le dimensioni sono meno imponenti, ma capacità di carico e abitabilità sono del tutto in linea, con l’aggiunta di caratteristiche di guida che regalano emozioni, oltre alla visibilità assicurata dalla posizione di guida rialzata. L’altezza da terra è quella tipica di una crossover, ma l’esperienza al volante è decisamente più sportiva, come del resto sono grintose le linee della carrozzeria, che in comune con la berlina ha solo i pannelli delle porte anteriori.

Obiettivo sportività

La possibilità di equipaggiare XCeed con cerchi da 16 a 18 pollici, e pneumatici high grip, contribuisce a sottolineare l’immagine di sportività, solo apparentemente in contrasto con l’altezza da terra importante. Si va da un minimo di 172 a un massimo di 184 mm da terra in funzione dei cerchi montati, con un incremento di 44 mm nei confronti di Ceed a cinque porte. Per questo modello, Kia ha scelto 12 diverse colorazioni, compresa la nuova ed esclusiva Quantum Yellow, dedicata espressamente all’ultima nata.

Abitabilità di classe superiore

Gli spazi interni sono sui livelli di Suv classici, ma gli ingombri restano contenuti in 4,4 metri, 85 mm più di Ceed berlina, ma 90 mm meno di Sportage, per rimanere all’interno della famiglia Kia. In tutto, con un’abitabilità di livello superiore per gli occupanti delle due file di sedili, e un’accessibilità facilitata. Il risultato è un bagagliaio con una capacità di 426 litri (31 più della berlina), con la possibilità di arrivare a 1.378 litri abbattendo gli schienali dei sedili posteriori.

Sospensioni e sterzo riprogettati

L’assetto profondamente modificato ha richiesto sostanziali modifiche a livello di sospensioni e sterzo, al fine di assicurate una guida dinamica in ogni condizione di impiego. I test dei prototipi, effettuati in Germania, Spagna, Svezia e Regno Unito, in modo da ottenere un Cuv adeguato alle strade europee, hanno suggerito l’adozione di fine corsa idraulici per gli ammortizzatori anteriori, il cui compito è quello di migliorare comfort e smorzamento delle asperità sui fondi più irregolari. Mentre lo sterzo è stato reso più reattivo, con una risposta iniziale più rapida, modificando le regolazioni dell’unità di controllo elettronico del servosterzo. Tutte le XCeed sono equipaggiate con il sistema Drive Mode Select, che permette di adeguare le risposte dell’auto allo stile di guida preferito, scegliendo tra i programmi Normal e Sport.

Benzina e diesel, aspettando l’ibrido

L’offerta di motori comprende nella fase di lancio le più significative proposte Kia alimentate a benzina e gasolio, ma già nel 2020 si aggiungerà una variante plug-in hybrid, che disporrà di una potenza di 141 cavalli e garantirà un’autonomia in modalità elettrica fino a 60 km. Per il momento, l’offerta parte dal piccolo tre cilindri turbo 1.0 a iniezione diretta T-GDi da 120 cv, affiancato dal quattro cilindri T-GDi da 1.4 litri e 140 cv e dall’1.6 T-GDi da 204 cv, al vertice della gamma a benzina. L’offerta per chi preferisce il motore diesel è assicurata dal common rail a iniezione diretta CRDi da 1.6 litri,4 cilindri a gasolio più virtuoso mai costruito da Kia, con minime emissioni di anidride carbonica, particolato e NOx, proposto nelle varianti da 115 e 136 cavalli.

L’elettronica al servizio della sicurezza

Alla voce sicurezza, XCeed risponde con un’ampia gamma di tecnologie avanzate di assistenza alla guida e sicurezza attiva. La lista è lunga, e comprende Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind-spot Collision Warning, Forward Collision Avoidance Assist con rilevamento di auto e pedoni, Intelligent Speed Limit Warning, Lane Keeping Assist e High Beam Assist.

Non mancano le tecnologie che posizionano il Cuv Kia al Livello 2 di guida autonoma, con il Lane Following Assist (LFA), che attraverso una serie di sensori esterni è in grado di monitorare il traffico e verificare la posizione degli altri veicoli, rendendo possibili i cambi di corsia in totale sicurezza e la guida nel traffico più fluida. Il sistema agisce su sterzo e acceleratore, controllando anche il mantenimento di corsia.

Sette anni di tranquillità

XCeed è anche tra i primi modelli in Europa a offrire l’innovativo sistema telematico UVO Connect, che proietta direttamente la guida nell’era digitale. Una soluzione che collega i passeggeri al mondo circostante, fornendo informazioni preziose tramite il touchscreen di bordo e lo smartphone. Assicura, inoltre, notizie sulle condizioni del traffico in tempo reale, previsioni meteo, oltre a valutare la disponibilità di parcheggi. UVO Connect è in grado di analizzare i dati rilevati nei viaggi precedenti, pianificare un percorso in anticipo o consentire il controllo della posizione dell’auto in qualsiasi momento. Come tutte le Kia, le XCeed beneficiano dell’esclusiva garanzia di 7 anni e 150.000 chilometri, una copertura unica che nel prossimo futuro sarà estesa anche alla batteria e al motore elettrico delle versioni ibride.

1_03_P5A5105_CMYK

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP