Toninelli, ministro dell’Ingenuità

Danilo Toninelli, ministro dell’Ingenuità. Ormai è come sparare sulla Croce rossa. Toninelli, capo del dicastero dei Trasporti e delle Infrastrutture, continua a inanellare gaffe su gaffe. L’ultima è arrivata al microfono di Maria Leitner, conduttrice di Tg2 Motori.

Alla domanda: che auto guida? Tranquillo e beato, Toninelli risponde indicando una Jeep Compass diesel. Fin qui nulla di strano. Peccato che lo abbia detto un rappresentante della frangia di governo, i 5 Stelle, che sul diesel ha detto peste e corna. E dopo aver incensato, per buona parte dell’intervista la mobilità elettrica (anche se “è noioso guidare una macchina con il cambio automatico”), tra l’altro premiata dal governo con gli ecobonus.

Incalzato dalla brava collega, Toninelli replica a proposito dell’acquisto di una vettura diesel e cerca di giustificarsi: “Non rimedierò mai a questo gravissimo errore…”. Ma poi ammette: “…le emissioni non sono così impattanti, è un’auto nuova, appena “immatricolata…”, riferendosi al motore Euro6 di ultima generazione. Doppia frittata., ennesima figuraccia. Per la serie: predicare bene e razzolare male.

2 Comments

  1. Albert Nextein says:

    Io vado molto meglio del ministro.
    Ho un euro 3 della fine del 2002.
    Sono un fuorilegge e me ne strafotto.
    Anzi, ne vado fiero.
    Non cambio l’auto neppure nel 2019.

  2. Rossano says:

    Caro Pierluigi, non che abbia tutti i torti a prendersela coi diesel, però dal paladino delle auto elettriche (e anche lì avrei qualche remora, visto che le batterie non le nasconderai sotto il tappeto quando saranno esauste), ti aspetteresti una scelta motoristica diversa. O no!? Rossano Nicoletto, presidente RIVS.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP