Telepass, nuovo dispositivo tascabile e multiservizio

Nero, sottile e dal formato ”tascabile”. Telepass ha il suo nuovo dispositivo, rivoluzionato nelle dimensioni e nei colori. Il nuovo Telepasstre volte più sottile del tradizionale modello grigio e giallo, sarà messo in distribuzione a partire dal mese di maggio per i nuovi clienti che chiederanno l’attivazione del contratto online. Progressivamente, entro la fine dell’anno, il dispositivo arriverà su tutti i canali di distribuzione (punti Infoblu, circuiti bancari convenzionati, etc) per tutti i nuovi utenti che chiederanno l’attivazione del servizio.

Sempre più piccolo e maneggevole, il modello rappresenta un importante passo in avanti nell’evoluzione industriale di Telepass che, oltre ad essere diventato l’operatore leader in Europa nel settore del tele-pedaggio, sta via via attivando una serie di servizi innovativi nel mondo della mobilità integrata, a livello sia extraurbano che urbano. A oggi, in Italia sono circa 6 milioni i possessori di Telepass, con 9 milioni di dispositivi in circolazione.

Ecco i principali servizi sviluppati dalla società del Gruppo Atlantia, con l’intento di semplificare la quotidianità delle persone in movimento, attraverso la logica del ”click and go” (il servizio che ti serve nel momento in cui ne hai bisogno). Innanzitutto, quello per la mobilità integrata: con l’app Telepass Pay è possibile pagare la sosta sulle strisce blu in oltre 80 città italiane, il rifornimento carburante in 1600 punti vendita convenzionati (sia in città che in autostrada), prenotare e pagare una corsa in taxi, saldare il bollo dell’auto. Inoltre, Telepass consente di accedere a 150 parcheggi in struttura nei centri urbani, nei principali aeroporti e stazioni.

 Nel corso del 2018, sono state oltre 14 milioni le soste complessive prenotate e pagate con Telepass. Grazie sempre al dispositivo, è possibile attraversare lo stretto di Messina accedendo al traghetto tramite piste dedicate e senza passaggio in biglietteria. Milano è, al momento, una delle città italiane dove i servizi per la mobilità integrata di Telepass sono maggiormente integrati tra loro. Una volta lasciata l’auto in sosta, è infatti possibile prenotarne il lavaggio con prodotti waterless, biodegradabili e non inquinanti. L’attività viene svolta da una startup innovativa, di nome Washout, di cui Telepass ha anche acquistato una quota di minoranza.

Tra gli altri servizi già disponibili, c’è la possibilità di prenotare il monopattino elettrico più vicino, per muoversi nel centro di Milano in maniera ecosostenibile e innovativa, e pagare l’ingresso all’interno dell’Area C (4 milioni gli accessi nell’ultimo anno.

C’è poi il servizio per le assicurazioni per il viaggio: con una polizza instant travel, Telepass fornisce via app il miglior preventivo per la copertura assicurativa di un viaggio, in base anche alla tipologia di spostamento (viaggio o lavoro). La polizza prevede l’assistenza in viaggio 24 ore su 24, la copertura delle spese mediche e l’assicurazione bagagli in caso di furto, smarrimento o danneggiamento.

E, ancora, per chi sceglie di andare a sciare con l’app Telepass Pay è possibile prenotare e pagare gli Skipass per le località sciistiche convenzionate, oltre che acquistare un’assicurazione istantanea per la singola giornata sui campi. Al pari dei servizi, anche la rete di Telepass è in continua espansione: con il recente ingresso in Germania e nei Paesi Scandinavi, sono ormai 11 i Paesi europei coperti dal network (considerando i dispositivi sia per auto che per truck). Entro la fine del 2019 Telepass sarà attivo anche in Slovenia e Ungheria.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP