Renault Koleos, la signora francese tutto pepe

di Lorenzo Palma

È il debutto della nuova Renault Koleos, la “signora francese” che in tema 4×4 non è seconda a nessuna. Sportiva ed elegante, i suoi 5 metri di lunghezza e quasi 2 di altezza, fanno della Koleos una vettura imponente. Noi ci siamo entusiasmati, nella versione top di gamma Initial Paris, “passeggiando” per Roma e dintorni, alla guida di una vettura anzitutto dal colore completamente cangiante. Passando da un blue Black fino a arrivare a un violaceo melanzana. Ma ce n’è per tutti i gusti; partendo dai motori 2.5 a benzina, per passare al diesel da 150 cv.

Completa

Della sua dotazione di serie fanno parte già i cerchi in lega da 17 pollici, la chiave elettronica, il climatizzatore, i fendinebbia, la radio CD e il controllo elettronico della stabilità. L’allestimento più ricco si chiama Dynamique ed è riservato alle versioni integrali. Qui i prezzi partono dai 25.950 euro della 2.5 per arrivare ai 30.200 euro della Koleos dCi 175 cv o della Koleos dCi 150 cv Proactive, passando per i 27.950 della dCi 150 cv a cambio manuale, indicata come probabile best-seller.

All’interno, la Koleos è molto spaziosa: diversi i vani porta oggetti, silenziosa ma con qualche ritocco in più da migliorare: sopratutto nei lunghi viaggi la rumorosità del tetto panoramico non convince pienamente.

Un’auto leader

Le importanti doti motoristiche, comunque, confermano l’elasticità di un motore decisamente brillante, con la grande maneggevolezza che rappresenta una delle caratteristiche principali di questo crossover. La posizione di guida rialzata e l’ampio parabrezza, rendono quest’auto una vera leader del segmento, che non teme il confronto con le “cugine” giapponesi o coreane.

Novità interessante sono le versioni disponibili con trazione anteriore, o “dual mode”. Grazie a un tasto sulla plancia centrale, permette di scegliere tra la trazione anteriore, quella integrale full-time con ripartizione automatica della coppia tra le ruote anteriori e posteriori e quella integrale part-time.

L’utilità degli accessori

Tra vari optional senza dubbio interessanti sono i sensori di parcheggio, quello pioggia e quello crepuscolare; poi il cruise-control, le barre sul tetto, uno stereo più raffinato e il climatizzatore anche in modalità automatica. Per chi non si accontenta c’è, infine, il Luxe Pack, dal costo di 3.250 euro che prevede i fari bixeno con lavafari, i sedili rivestiti in pelle e riscaldabili e il tetto panoramico apribile in cristallo e tanto altro ancora.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP