Opel festeggia 120 anni di automobili

Opel è uno dei costruttori storici del mondo automobilistico: il prossimo anno il marchio festeggerà infatti 120 anni di automobili. Nel 1899, quattro anni dopo la morte di Adam Opel, fondatore della società, Sophie Opel decide di ascoltare il consiglio dei figli Carl, Wilhelm e Friedrich e avvia la produzione di automobili. L’epopea Opel inizia in un garage di Rüsselsheim am Main con 65 Opel Patentmotorwagen “System Lutzmann” fatte a mano, poi diventerà un fenomeno di massa con oltre 70 milioni di veicoli costruiti fino a oggi.

Opel, una storia di successo

Opel si dedica fin da subito a produrre automobili nel modo più efficiente possibile, rivolgendosi così a un pubblico più vasto. Opel è per esempio il primo costruttore tedesco a introdurre la catena di montaggio, particolarmente efficiente, già nel 1924. Grazie a questa strategia, la Opel 4/12 PS “Laubfrosch” e tutte le successive versioni della Opel 4 PS riscuotono un clamoroso successo. Già negli anni Trenta la Casa di Rüsselsheim produce veicoli tecnologicamente avanzati per il grande pubblico, come la Opel P4 e la Kadett (già con telaio autoportante). Il made in Germany e la tecnologia tedesca diventano così per tutti. Opel rimane sempre fedele al concetto di democratizzazione della mobilità, anche quando si trova a sviluppare una sportiva: nel 1968 giunge infatti sulle strade una dream car accessibile, la Opel GT.

Opel ai giorni nostri

Dopo il crollo del muro di Berlino e con l’inaugurazione dello stabilimento di Eisenach, Opel diventa più popolare che mai. Tra il 1991 e il 1998 vengono prodotte 4,2 milioni di unità della Astra prima serie, la Opel più venduta di tutti i tempi. La Casa di Rüsselsheim resta a tutt’oggi ben ancorata al centro della società e offre tecnologie normalmente presenti solo su costose vetture premium.

Dalla Astra alla Insignia

Opel scopre la nuova leggerezza dellessere con il lancio dellattuale serie di Astra nel 2015. Questa compatta pesa fino a 200 chilogrammi in meno rispetto al modello precedente. L’offerta dei motori segue la strategia del downsizing: cilindrate ridotte e turbocompressione, consumi di carburante inferiori e maggiore efficienza. Per la prima volta Astra è disponibile con un efficientissimo motore 3 cilindri a iniezione diretta e con i rivoluzionari fari IntelliLux LED a matrice. Questo sistema innovativo trasforma la notte in giorno senza abbagliare gli altri utenti della strada, una funzione esclusiva nel segmento delle compatte. Astra convince clienti ed esperti e viene votata “Auto dell’Anno 2016 per l’Europa”.

Da Mokka a Grandland X: il fenomeno dei SUV

SUV è la definizione più in voga al momento nel settore automotive. I clienti vogliono stare seduti più in alto per avere una visione migliore e godersi tutto il piacere del viaggio e dell’avventura. Opel si accorge molto presto di questa tendenza e presenta una vettura unica nel segmento B. Mokka è moderna e compatta, è disponibile anche con la trazione integrale ed è un grande successo fin da subito. Nel 2017 viene affiancata nel segmento delle compatte da Crossland X e da Grandland X. Tutte le vetture della famiglia X sono disponibili con i sedili certificati dagli esperti di postura dell’associazione indipendente AGR (Aktion Gesunder Rücken e.V.). La presenza di sedili ergonomici e comodi ha sempre fatto parte del DNA Opel: 120 anni fa la Opel Patentmotorwagen “System Lutzmann” montava già i sedili in pelle.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP