Opel Crossland X è efficiente, comoda e silenziosa

di Lorenzo Palma

In principio fu Meriva: una categoria di altri tempi dove gli spazi risultavano comodi, larghi; un abitacolo non solo estremamente pratico ma decisamente versatile. E allora, come per tante altre cose, si torna al passato. Rivisto, rimodernato, perfezionato: ma con immutata filosofia. Perché l’ordine di scuderia in casa Opel è stato proprio di andare a riappropriarsi di quegli spazi: ed ecco allora sul mercato la Crossland X.  E allora partiamo dai sedili: Opel ha fatto un gran lavoro con quelli anteriori ricchi di regolamentazioni facile anche da usare: tra le curiosità il poggiapiedi per il passeggero; così come da apprezzare è il supporto lombare, mentre il posto guida è più alto di quasi tutte le vetture del segmento facilitando una migliore guida ed un’ampia visibilità

Molto ricca

In questo segmento non ricordo di trovare optional del genere: e avendo provato per quasi 2mila km questa vettura, su valichi di montagna in Abruzzo e sull’Appennino tosco-emiliano, questa comodità è stata particolarmente apprezzata. Se proprio devo evidenziare un neo è quello relativo all’anteriore destro che non diventa piatto. Mentre un’altra chicca è rappresentata dal divanetto che divide la zona dei passeggeri che si muove di ben 15 centimetri a favore del bagagliaio, portandolo fino ad un massimo di 500 litri di volume.

Veniamo ora alla parte nobile della Crossland X: lo schermo è da 8 pollici e comanda quasi tutte le funzioni; il climatizzatore ad esempio è separato. Sono invece rimasto favorevolmente impressionato dal sistema Intellink Navi 5.0: sistema multimediale che prevede numerose funzioni ma soprattutto una interconnessione con gli smartphone iPhone e Android.

Connessa

Ma Opel, a questo proposito, offre di più: vale a dire il sistema OnStar. Si tratta della possibilità di una connessione permanente 4G che funziona anche da hotspot per i passeggeri in grado di mettere immediatamente in contatto con un centro operativo per informazioni di tutti i generi e si attiva in modo automatico in caso di incidente. Servizio questo gratuito per il primo anno.

E veniamo al motore: ho provato la Crossland X con l’unità da 120 cavalli; devo dire non moltissimi per un milleseicento, ma questa vettura non è stata costruita per offrire prestazioni super brillanti. Ha sicuramente pregi non indifferenti, come la poca rumorosità, bassi consumi in città e corretti su percorsi autostradali, catalizzatore Scr.

Ma.. c’è un ma

Tuttavia ha un difetto che considero non di poco conto: non è venduto in abbinamento con il cambio automatico; una caratteristica negativa che per tanti potrebbe costituire addirittura un optare addirittura verso altri competitor.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP