Legambiente non pensi solo alle auto. Si renda utile

Anche Legambiente, a questo punto, prema sul governo affinché avvii un piano di rinnovamento rapido del parco auto. Dei 38 milioni di veicoli sulle strade, quasi la metà sono da sostituire. E punti il dito equamente anche sulle altre ben maggiori fonti inquinanti, come riportato nel suo ultimo dossier che sintetizziamo di seguito. L’auto non deve pagare per tutti e si considerino gli enormi progressi fatti in campo ambientale.

“Città soffocate dallo smog, sia d’inverno sia d’estate (tra le principali fonti il traffico, il riscaldamento domestico, le industrie e le pratiche agricole) e dove l’auto privata continua ad essere di gran lunga il mezzo più utilizzato, se ne contano 38 milioni e soddisfano complessivamente il 65,3% degli spostamenti. È quantemerge da Mal’aria 2019, il dossier annuale di Legambiente sull’inquinamento atmosferico in Italia nel 2018”.

1 Comments

  1. maximilien1791 says:

    “sono da sostituire”

    E per quale motivo sarebbero da sostituire ?
    Perché inquinano ?
    Anche se magari sono di un pensionato che fa 2000 km anno ?

    I dossier sull’inquinamento atmosferico sono delle bufale vestite di scienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP