FPT Industrial, New Holland e Iveco: accordo sul biometano

FPT Industrial, New Holland e Iveco hanno sottoscritto un accordo di cooperazione per lo sviluppo del biometano nel settore dei trasporti in Italia. I firmatari dell’intesa, avvenuta a Roma, sono nel dettaglio: Confagricoltura, CIB (Consorzio Italiano Biogas), ENI, Snam e le tre realtà del Gruppo CNH Industrial già citate. Presenti alla firma Luciano Nieto, Capo Segreteria Tecnica del Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo, Davide Crippa, Sottosegretario Ministero dello Sviluppo Economico, e Vannia Gava, Sottosegretario Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e altri rappresentanti delle istituzioni.

Obiettivo lo sviluppo del biometano nei trasporti

FPT Industrial è il principale produttore europeo di motori a gas naturale per mezzi e applicazioni industriali. Sono oltre 45.000 i propulsori a metano o biometano in circolazione in Europa ed è marchiato FPT Industrial il più potente motore 100% a gas naturale disponibile per i veicoli industriali, il Cursor 13 Natural Gas da 460 CV. Un propulsore in grado di ridurre del 99% le emissioni di particolato e di quasi azzerare quelle di CO 2 se alimentato a biometano. New Holland Agriculture, dal canto suo, ha recentemente presentato un concept di trattore alimentato a gas naturale, mentre precedenti prototipi a metano sono stati testati in diverse aziende agricole per poter industrializzare questa soluzione nel più breve tempo possibile. Un agricoltore che producesse biometano da biomasse di scarto renderebbe la propria azienda energeticamente indipendente e contribuirebbe a ridurre drasticamente le emissioni complessive di CO 2 dei propri mezzi.

La svolta di Iveco

Iveco e Iveco BUS già oggi sono presenti sulle strade europee con quasi 30 mila veicoli commerciali e autobus alimentati a metano, sia compresso sia liquefatto. Un Iveco Stralis Natural Power da 460 CV detiene il record di percorrenza a gas naturale: 1.728 chilometri con un solo rifornimento, cioè la distanza che unisce Londra con Madrid. Rispetto all’equivalente diesel Euro VI, uno Stralis NP alimentato a gas naturale liquefatto (GNL) emette circa il 90% in meno di NO 2 , il 99% in meno di particolato e il 95% in meno di CO 2 , se si utilizza il biometano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP