Claudio Domenicali, ad di Ducati, accanto alle novità di Eicma 2018

Eicma 2018, ecco la squadra Ducati 2019

di Cesare Gasparri Zezza

Che spettacolo! La Ducati World Première in occasione di Eicma 2018 ha finalmente tolto i veli alle nuove creature di Borgo Panigale. Ad aprire la passerella la nuova gamma Scrambler con 4 nuove proposte: Icon, Cafè Racer, Full Throttle e Desert Sled ed il Multistrada 1260 Enduro.

La nuova Multistrada 950 S ha ricevuto un importante upgrade. La più piccola delle “multibike” della Casa bolognese ora viene equipaggiata con la più innovativa tecnologia al servizio della sicurezza e del piacere di guida come l’Abs Cornering Bosch che ne aumenta la sicurezza attiva.

La Hypermotard 950 è ancora più adrenalinica e facile da guidare. La “fun bike” Ducati per eccellenza è stata rinnovata completamente con un’estetica che si ispira al mondo dei supermotard da competizione e un’ergonomia rivista per garantire ancora più divertimento nella guida. Più leggera del modello precedente di 4 kg, l’ Hypermotard 950 è spinta dall’evoluzione del bicilindrico Testastretta che eroga 114 cv.

Altra grande novità è stato il nuovo Diavel 1260. Questa seconda generazione resta fedele allo spirito originale riprendendone gli elementi stilistici fondamentali e reinterpretandoli in chiave contemporanea. Più aggressiva nelle forme, più performante. L’anima da sport naked è esaltatala dal motore Testastretta DVT 1262, in grado di erogare 159 cv a 9.500 giri/minuto. La ciclistica aggiornata rende Diavel 1260 più efficace nel misto, mentre la dotazione tecnica ed elettronica di alto livello permette frenate da supersportiva in grande sicurezza grazie all’Abs Cornering Bosch.

Diavel 1260 è disponibile anche nella più sportiva versione S con sospensioni Öhlins completamente regolabili all’anteriore e al posteriore e al Ducati Quick Shift up & down Evo (DQS) per la cambiata senza l’utilizzo della frizione.

Candidata allo scettro di “regina di Eicma”, è Panigale V4 R. Rispetto alle precedenti versione “R” è ancora più specialistica e ricca di tecnologia mutuata direttamente dal mondo della MotoGp. Le modifiche non si limitano al motore e alle sospensioni, ma anche la carenatura, sviluppata e disegnata da Ducati Corse in collaborazione con il Centro Stile Ducati. Panigale V4 R, in pratica, è una moto da competizione della categoria WSBK omologata per uso stradale.

Il motore Desmosedici Stradale da 1.103 cc lascia il posto al Desmosedici Stradale R da 998 cc, per rientrare nei limiti di cilindrata imposti dal campionato WSBK. È inoltre caratterizzato da componenti interni alleggeriti, che contribuiscono a ridurre il peso della moto di 2 kg rispetto alla Panigale V4S. La superiore efficienza di aspirazione consente di “prendere i giri” più rapidamente e avere la zona rossa del contagiri spostata più in alto, per garantire un maggiore allungo. Il risultato sono 221 cv erogati a 15.250 giri/minuto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP