Bentley Continental Gt Covertible, una lounge di lusso sotto le stelle


di Piero Evangelisti

Bentley si avvia a celebrare nel 2019 il suo centesimo anno di vita, un secolo durante il quale, nonostante un lungo periodo trascorso all’ombra forzata di Rolls-|Royce, un manipolo di ingegneri, tecnici e operai ha saputo custodire e poi traghettare l’inestimabile patrimonio del brand nel porto sicuro del Gruppo Volkswagen. Un know how (termine che sembra quasi riduttivo per auto costruite a mano) fatto di craftmanship, di qualità artigianale che si è felicemente incontrato con le più moderne tecnologie automobilistiche.

In attesa del centenario, la casa di Crewe propone una rinnovata edizione di un classico: la nuova Continental Gt Convertible.Questa Gran Turismo, con la semplice pressione su un pulsante e in appena 19 secondi si trasforma da lussuoso coupè in una cabriolet per la quale la scelta del tetto può essere fatta nella massima libertà: dalla volta celeste che sovrasta le coste del Mediterraneo all’inimitabile cielo azzurro della California. Ma grazie alla funzione scaldacollo riprogettata, ora più efficiente e più silenziosa, discretamente inserita nei sedili comfort, potrete viaggiare a tetto aperto anche nelle fredde e nebbiose giornate invernali.


Un viaggio stimolante


Sulla nuova Continental Gt Convertible, anche a capote aperta, il sound del motore non disturba mai, anzi, e alla Bentley assicurano che il colossale motore W12, Tsi 6 litri, con i suoi 635 cv di potenza massima e una coppia di 900 Nm, rende la guida con il vento tra i capelli (mai eccessivo, per carità!) unesperienza sensoriale esaltante. Lussuosi pellami e inserti  in materiali pregiati (su ogni esemplare sono montati 10 metri quadrati di radica), armonizzati con la tecnologia ben rappresentata da un generoso touchscreen da 12,3”, completano l’esperienza.

Che la Continental Gt sia un’auto sportiva, nella più autentica tradizione del brand, lo si intuisce dal design, ma quando si è avvolti da tanto lusso si rischia di rilassarsi troppo, ed è quindi bene non dimenticare mai che l’elegante cabriolet britannica può toccare i 333 orari di velocità massima e accelerare da 0 a 100 kmh in soli 3,8 secondi. Prodotta artigianalmente (anche il motore è interamente costruito a mano nella fabbrica di Crewe) la Continental si presta a infinite personalizzazioni e nella lunghissima lista di dettagl, tra i quali scegliere, c’è anche un particolare che sarà sicuramente apprezzato da chi ama lo stile british: le finiture in tweed per la capote.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


TOP