Barilla e Scania insieme per ridurre le emissioni inquinanti 

Unione di forza tra Scania e Barilla, che grazie ai nuovi veicoli a LNG permetterà all’azienda che produce pasta di ridurre le emissioni inquinanti del trasporto su gomma. L’azienda consolida il proprio impegno in ambito sostenibilità e presenta la nuova flotta di veicoli Scania LNG di Nicolosi Trasporti, azienda leader nel trasporto nazionale per la Sicilia con mezzi a temperatura ambiente e a temperatura controllata. I veicoli verranno utilizzati per il trasporto di prodotto finito dai magazzini di stabilimento di Barilla presenti in Italia ai propri clienti e al proprio hub distributivo della Sicilia, regione particolarmente importante in termini di assorbimento dei volumi di vendita del gruppo (8% sul totale).

Ridurre le emissioni, fronte comune 

Riccardo Stabellini, Logistics Director-Italy di Barilla, ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di comunicare che il parco veicolare del nostro Gruppo è da oggi dotato di ulteriori 10 veicoli alimentati a metano liquido a cui ne faranno seguito diversi altri. Tali veicoli si stanno diffondendo sempre più nell’ambito dei trasporti industriali in ambito nazionale. La strategia del nostro Gruppo, focalizzata sulla riduzione di emissioni inquinanti, caratterizza tutti i nuovi progetti in ambito logistico. Continueremo a essere costantemente attenti a tutte le innovazioni in campo tecnologico nell’ambito del trasporto che ci permettano di raggiungere tale obiettivo”. 

La soddisfazione di Scania 

“La scelta di adottare soluzioni di trasporto a LNG da parte di Barilla sottolinea ancora una volta la sensibilità dell’azienda in ambito sostenibilità e la volontà di mettere in atto azioni concrete per ridurre il proprio impatto su clima ed ambiente. I veicoli a LNG, da questo punto di vista, rappresentano una soluzione estremamente concreta per ridurre l’impatto del trasporto; il mercato li sta riconoscendo come particolarmente parsimoniosi nei consumi, elemento che va esattamente nella direzione della sostenibilità, sia per quanto riguarda gli inquinanti locali che per le emissioni climalteranti”, ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania. “Vorrei al tempo stesso sottolineare l’impegno di Nicolosi Trasporti, azienda all’avanguardia che ha intrapreso un importante percorso all’insegna della sostenibilità, con la consapevolezza che rappresenta un importante elemento di differenziazione e successo per rispondere alle richieste di una committenza sempre più sensibile a tematiche legate alla sostenibilità”.

I veicoli a LNG di Barilla 

I veicoli a LNG Scania acquistati da Nicolosi Trasporti tramite Covin, concessionaria Scania per la Sicilia, sono dotati di motore a metano da 13 litri, con una coppia di 2.000 Nm e 410 cavalli. Si tratta di veicoli pensati per le missioni a lunga distanza, grazie ad un’autonomia fino a 1.100 km e a prestazioni paragonabili ad un motore a diesel di pari potenza. La perfetta calibrazione della trasmissione sviluppata in-house e controllata dall’Opticruise di 5a generazione, contribuisce ulteriormente alla riduzione dei consumi, senza penalizzare i livelli di produttività dei veicoli. Un ulteriore punto di forza che contraddistingue i mezzi a metano è la loro ridotta rumorosità. Gli Scania di ultima generazione soddisfano infatti le condizioni poste dallo standard Piek QuietTRUCK, con un livello sonoro inferiore ai 72dbA.

3 responses to “Barilla e Scania insieme per ridurre le emissioni inquinanti”

  1. braga says:

    che ipocrisia e che palle

  2. maximilien1791 says:

    Un iniziativa del genere è già in atto dal 2016 in Valtellina per il trasporto di acqua minerale.

    Barilla arriva tardi….

    https://www.progettolng.com/scopri-lng/statistiche

  3. australopithecus says:

    Giusto! La motorizzazione GPL e LNG e’ la risposta piu’ logica alla domanda di mobiita’ a basso impatto ambientale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *